Carla Maria Russo


Carla Maria Russo nasce a Campobasso ma si trasferisce giovanissima a Milano dove frequenta gli studi superiori e universitari.

Diventa insegnante di Italiano e Latino al Liceo A. Manzoni ma agli inizi degli anni ’90 decide di lasciare l’insegnamento e dedicarsi alla ricerca storica e la scrittura.

All’inizio scrive per se stessa, desiderosa di mantenere traccia delle bellissime storie che incontra nelle sue ricerche, talmente appassionanti e vive da annullare il tempo e parlare all’uomo di ogni epoca.

Ha esordito nella narrativa per ragazzi approdando alla narrativa per adulti nel 2005, con il romanzo La sposa Normanna, che ha suscitato fin da subito molta attenzione ed ha vinto il premio Città di Cuneo ed il premio premio Feudo di Maida.

Una sorte simile è toccata a tutti i romanzi successivi: Il Cavaliere del Giglio, L’amante del Doge, Lola nascerà a diciott’anni, vincitore del premio letterario Fenice Europa, La Regina Irriverente e La Bastarda degli Sforza.

Il 15 marzo 2016 è uscito il suo ultimo romanzo, I giorni dell’amore e della guerra, che è il seguito de La Bastarda degli Sforza.